top of page

I legumi, una riscoperta in cucina

I legumi di cui ci nutriamo sono semi. Botanicamente parlando, sono i semi delle leguminose, piante sia arbustive che erbacee. Contengono tutti i principi nutritivi necessari per crescere un piccolo germoglio.


Sono quindi ricchi di sostanze per nutrire, come gli amidi, le proteine e contengono basse quantità di grassi insaturi. Apportano sali minerali, quali ferro, calcio, fosforo, potassio, magnesio e zinco. Contengono alcune vitamine del gruppo B tra cui l’acido folico.


In passato, sono stati utilizzati come la principale fonte proteica della cucina contadina. Nel periodo storico successivo, caratterizzato della crescita economica e dello sviluppo della grande distribuzione, i legumi sono stati surclassati dal consumo di carne, pesce, formaggi e uova.


Oggi, la società industrializzata è più consapevole del pericolo per la salute, rappresentato dall’eccesso di alimentazione e sedentarietà. Infatti, tutti sappiamo, anche se non sempre ci adeguiamo, che il consumo di cibi processati, ricchi di zuccheri semplici, grassi saturi di origine animali è dannosa per la salute, perché incrementa statisticamente il rischio di incorrere in malattie metaboliche.


Si è ritornati ad apprezzare i vantaggi di una cucina più semplice e naturale. Ed i social sono diventati ricettari impareggiabili ed indispensabili per chi si vuole dilettare nella cucina sana.


I legumi hanno finalmente ripreso il posto d’onore in cucina.



I più utilizzati nell' alimentazione italiana sono i fagioli, ricchi di amido e fibra.


I piselli sono apprezzati anche dai bambini più “esigenti” per il loro sapore dolce. Contengono più acqua rispetto agli altri ed una buona dose di vitamina C.


Le lenticchie sono ricche di ferro, vengono cucinate fatte in umido, nelle zuppe o a polpette.


Le fave consumate sia cotte che crude contengono fitoestrogeni, protettivi della salute della donna.


Un altro legume che porta fitoestrogeni è la soia. E’ più ricca in proteine e grassi.


I ceci saporiti e versatili, vengono facilmente trasformati.



Ed in cucina stiamo sperimentando ricette poco conosciute.


Abbiamo riscoperto che possiamo utilizzare la farina di legumi per preparare il pane, i biscotti e persino la pizza.


Abbiamo imparato che tostando i ceci in forno li possiamo sgranocchiare come snack o gustarli a colazione, con una spolverata di cacao, ammollandoli in una bevanda vegetale….


Abbiamo esportato dalla tradizione regionale e reso nazionali, ricette come le panelle, la ribollita e la farinata di ceci.



Anche l’industria alimentare stimolata dall’incremento di richiesta, si sta adeguando. Ha immesso sul mercato nuovi prodotti molto interessanti e pratici, come la pasta fatta con farina di legumi.

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page